Battisti - Panella: da Don Giovanni a Hegel
 

12 Febbraio 2016

- indietro | avanti -

 
immagine

La copertina dell’ultimo vero ellepì di Adriano Pappalardo, ad opera di Antonio Dojmi (già grafico di “E Già”), ritrae un uomo invisibile che porta una borsa piena di ortaggi.
La metafora da cogliere sembra essere proprio quella dell’uomo invisibile. Colui che appare solamente per via degli abiti che indossa. Una possibile interpretazione è che il completo giacca e cravatta siano solo i panni che Panella e Battisti (autore e arrangiatore) hanno cucito addosso al cantante Adriano Pappalardo.
Guardando, infatti, questa copertina la prima cosa che viene da chiedersi è dove sia finito il cantante, il divo che solitamente giace incorniciato come un santino in copertina.

immagine


Barattolo segui su facebook

- il blog | facebook -